06 febbraio 2011

Ciambelline di magro (al vino)

Non pensavo che queste ciambelline vi avrebbero entusiasmato tanto, ma come darvi torto? La foto fa proprio venire l'acquolina in bocca!
Come ho accennato nei commenti al post precedente l'ha scattata il Mancino, che ha molta più pazienza di me e come avete già avuto modo di constatare in altre occasioni ci sa davvero fare con la food photography. Questa bellissima foto, in particolare, risale a un paio d'anni fa; la ricetta invece è stata rifatta giusto ieri, ed è pluritestata.


Ciambelline di magro
Ingredienti per una teglia (abbondante se avete il forno piccolo)

500 g di farina tipo 0
1 bicchiere (quelli di plastica, colmo) di zucchero bianco semolato + zucchero q.b. per la copertura
1 bicchiere (idem come sopra) di olio extra vergine d'oliva
1 bicchiere (idem come sopra) di vino bianco
1/2 bustina di cremor tartaro (8-9 grammi, leggete qui per saperne di più)

Accendete il forno a 190°.
Fate una fontana con la farina e versatevi l'olio, il vino e lo zucchero.
Impastate il tutto mescolando con le dita a partire dal centro della fontana, assorbendo bene tutta la farina. Dovete ottenere un impasto morbido, tipo frolla.
Ricavatene dei grissini e arrotolateli formando delle ciambelline (grandi o piccole a seconda dei vostri gusti, noi le abbiamo fatte circa di 4 cm); poggiatele in un piatto in cui avrete versato lo zucchero restante e disponetele, con la parte non zuccherata in basso, su una teglia rivestita di carta forno.
Infornate a 190° per 20 minuti; dopo i primi 15 minuti di cottura, rigirate le ciambelline e cuocete ancora per 5 minuti (i tempi sono indicativi e dipendono dalla grandezza delle ciambelle, ovviamente fate attenzione a non bruciarle).

Questa ricetta semplicissima ha per me un grande valore affettivo, perché negli ultimi due anni di ciambelle di magro ne ho mangiate parecchie, e non a caso. Sono vegan "per natura" e molto diffuse a Roma e dintorni; si trovano anche al supermercato ma per fortuna non costano poco (sarà la presenza di olio evo?), quindi evito di comprarne - e mangiarne - quintali!

Sono dei biscottoni frollosi in cui non si sentono particolarmente né il vino, né l'olio, né lo zucchero, ma sono deliziose. Con questa ricetta ne vengono tante, ma si conservano in scatole di latta... voglio dire, se non le mangiate tutte subito. Non mi dilungo ulteriormente raccontandovi gli strazianti ricordi legati alle ciambelle di magro, non vi resta che provarle e farmi sapere se vi sono piaciute. Alla prossima!

16 commenti:

  1. sono bellissimi, lo zucchero sopra rende questi biscotti così invitanti... mi salvo la ricetta anche perchè vedo che è senza uova ^_^ grazie davvero!

    RispondiElimina
  2. Che bontà! Le ciambelline al vino me le faceva sempre la mia nonna da piccolina. Non vedo l'ora di provare! Grazie^^

    RispondiElimina
  3. Erica, tu mi sa che hai cominciato a seguirmi da poco. :)
    Tutte le ricette di questo blog sono senza uova, senza latte né latticini, senza miele... e non cucino mai carne né pesce. E c'è un motivo: sono vegan, non consumo alcun prodotto di origine animale! ;-)
    Non te n'eri ancora accorta, forse? :)

    Silke, vero? :) Tua nonna ti ha lasciato una ricetta?

    RispondiElimina
  4. No, purtroppo niente ricetta :(
    Lei li faceva a occhio e io ero troppo piccola per prendere appunti! :)
    Comunque, appena ho tempo tra un esame e l'altro, provo a farle, sono proprio felice di ritrovare un sapore della mia infanzia!^__^
    Grazie
    Silke

    RispondiElimina
  5. huuuuu ma che buoone, devo provarle a fare anche io *w*

    RispondiElimina
  6. eh si l afoto è molto convincente...questi me li metto in lista...da fare! felice weekend

    RispondiElimina
  7. Ma sai che non avevo mai sentito parlarne? Nell'attesa di capitare a Roma per assaggiarle, me le preparerò io in casa per assaggiarle! Bellissima foto :-)

    RispondiElimina
  8. Ciao Vera! Stavo cercando una ricetta per gnocco di magro che ho trovato l'altro giorno qui a Roma, (Sono da Umbria) fatto con vino rosso pero. Non sono Italiana, allora fare dolci con il vino e' una novità per me. Pensi che sia possibile usare vino rosso qui, e tagliare in pezzi piccoli come gnocchi?? Grazie.

    RispondiElimina
  9. Ciao Vera,
    se sostituissi il cremor tartaro con il bicarbonato (che ho in dispensa) pensi che la ricetta andrebbe bene lo stesso? ed eventualmente come cambiano le quantità, magari espresse in cucchiani o grammi ?!?!?

    grazie mille
    un abbraccio
    Luana

    RispondiElimina
  10. Io le faccio spesso in inverno, sempre nel periodo natalizio. Sono ottime.

    RispondiElimina
  11. Scusatemi tutti se rispondo solo ora!

    Silke, se le hai già preparate mi fai sapere come sono venute? Mi farebbe proprio piacere sentire che ti hanno riportata alla tua infanzia...

    twina* vale lo stesso per te, le hai fatte? Ti sono piaciute?

    Lo... stessa solfa! Anche se non mi pare di averle viste sul tuo blog, o sbaglio?

    Yari, quando passi per Roma ovviamente avverti per tempo, non vorrai mica passare da queste parti senza dire niente a nessuno? ;-)
    Il mancino gongola per il complimento. ^_^

    Nicole, mi consulto col mio romano di fiducia e ti faccio sapere se ci viene qualche idea intelligente, non mi azzardo a rispondere per ora. :)

    Luana, ho dimenticato di indicare i grammi, correggo subito la ricetta: sono circa 8-9 grammi di cremor tartaro. Col bicarbonato non ho mai provato, ma nella ricetta tradizionale si usa il comune lievito chimico, non so se vuoi provare quello...

    DamaBianca, ti ritrovi con questa ricetta? Concordo, sono proprio buonissime. :)

    RispondiElimina
  12. Senz'ombra di dubbio che ti avviso! Di sicuro ci verrò a gennaio 2012 perché devo dare un esame di svedese all'Ambasciata di Svezia, spero di venirci anche prima, però!

    RispondiElimina
  13. No, la mia ricetta è un pochino diversa, ma l'aspetto finale è molto simile.

    RispondiElimina
  14. Esame di svedese? Non stai mai fermo, tu! :)
    Mi terrò libera per il 2012, allora. ;-)

    Dama bianca, se hai tempo ti va di postarla? Mi piacerebbe provare un'altra ricetta fidata! ^_^

    RispondiElimina
  15. Fatti! Sono buonissimiiiii!!!! Grazie per la ricetta
    Silke

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmarvi! ^_^